il mondo che verrà

Digitalizzazione. Tema ricorrente e sempre più presente, tanto che il 21 novembre 2017 è stata denominata la giornata digitale.
Quali scenari si aprono? In che modo la digitalizzazione impatterà nella quotidianità di tutti noi? Toccherà anche i rapporti giuridici? Nel suo intervento durante la 20esima giornata della ISSS a Berna, il prof. Ueli Maurer*, si è espresso sull’attuale sviluppo tecnologico, in particolare sulle potenzialità della crittografia applicata ai cosiddetti “oggetti digitali”. A differenza degli oggetti materiali, con la loro fisicità ed i relativi limiti, gli oggetti digitali aprono scenari prima d’ora inimmaginabili. Questi oggetti potranno persino agire autonomamente anche dopo la morte del loro proprietario. Ad esempio in futuro potranno verosimilmente essere prese disposizioni testamentarie che saranno in grado di eseguirsi autonomamente alla morte del testatore; così ad esempio i suoi conti bancari saranno in grado di auto-trasferirsi agli eredi, secondo i criteri previsti dal disponente. Fra le ipotesi di applicazioni future evocate dal prof. Maurer, si sconfina persino nel diritto di famiglia laddove i contratti matrimoniali, in caso di separazione, si auto-implementeranno, senza che i coniugi debbano fare nulla. Ma le possibili applicazioni dei cosiddetti “smart contracts” sono pressoché illimitate.

*Professor of Computer Science, Information Security and Cryptography Research Group, ETH, Zürich