il mondo che verrà standard

il mondo che verrà Digitalizzazione. Tema ricorrente e sempre più presente, tanto che il 21 novembre 2017 è stata denominata la giornata digitale. Quali scenari si aprono? In che modo la digitalizzazione impatterà nella quotidianità di tutti noi? Toccherà anche i rapporti giuridici? Nel suo intervento durante la 20esima giornata della ISSS a Berna, il prof. Ueli Maurer*, si è espresso sull'attuale sviluppo tecnologico, in particolare sulle potenzialità della crittografia applicata ai cosiddetti "oggetti digitali". A differenza degli oggetti materiali, con la loro fisicità ed i relativi limiti, gli oggetti digitali aprono scenari prima d'ora inimmaginabili. Questi oggetti potranno persino agire autonomamente anche dopo la morte del loro proprietario. Ad esempio in futuro potranno verosimilmente essere prese disposizioni testamentarie che saranno ...

Continue Reading

Sentenza 6 ottobre 2015 della Corte di Giustizia europea: “il Safe Harbor è invalido” standard

Di seguito il dispositivo della sentenza: 1)      L’articolo 25, paragrafo 6, della direttiva 95/46/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 24 ottobre 1995, relativa alla tutela delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati, come modificata dal regolamento (CE) n. 1882/2003 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29 settembre 2003, letto alla luce degli articoli 7, 8 e 47 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, deve essere interpretato nel senso che una decisione adottata in forza di tale disposizione, come la decisione 2000/520/CE della Commissione, del 26 luglio 2000, a norma della direttiva 95/46 sull’adeguatezza della protezione offerta dai principi di approdo sicuro e dalle relative «Domande più frequenti» (FAQ) ...

Continue Reading

Dal 1° gennaio 2015 entrano in vigore nuove misure previste dai pacchetti di “Via Sicura”; fra queste vi sono le seguenti* standard

Obbligo di regresso degli assicuratori di responsabilità civile Il conducente che causerà dei danni, se risultasse in stato di ebrezza o inabile alla guida (ad esempio a causa dell’assunzione di farmaci o stupefacenti ), o a causa della violazione dei limiti di velocità, si vedrà richiedere obbligatoriamente dalla propria assicurazione RC una partecipazione ai danni provocati, e ciò in misura della sua colpa e della sua situazione economica. A prescindere quindi dalle coperture assicurative del caso (ciò varrà anche nei casi in cui fosse stata stipulata la rinuncia al regresso per colpa grave), l’obbligo di esercitare il regresso imposto dal legislatore alle Assicurazioni nei casi sopra indicate avrà ripercussioni economiche, anche molto importanti, a carico del conducente. La scatola nera Per chi ...

Continue Reading

Il Tribunale federale conferma: le sanzioni previste da “Via Sicura” non possono essere mitigate. standard

Di seguito la sentenza 1C_397/2014 del 20 novembre 2014, tratta dal sito del Tribunale Federale.   Urteil vom 20. November 2014 I. öffentlich-rechtliche Abteilung Besetzung Bundesrichter Fonjallaz, Präsident, Bundesrichter Aemisegger, Karlen, Gerichtsschreiber Störi. Verfahrensbeteiligte Bundesamt für Strassen, Beschwerdeführer, gegen A.________, Beschwerdegegner, vertreten durch Rechtsanwalt Dr. Hermann Roland Etter, Departement des Innern des Kantons Solothurn, vertr. durch Motorfahrzeugkontrolle, Abteilung Administrativmassnahmen. Gegenstand Aberkennung des ausländischen Führerausweises, Beschwerde gegen das Urteil des Verwaltungsgerichts des Kantons Solothurn vom 23. Juni 2014. Sachverhalt: A. Die Staatsanwaltschaft Solothurn verurteilte A.________ mit Strafbefehl vom 29. Juli 2013 wegen grober Verletzung von Verkehrsregeln im Sinn von Art. 90 Abs. 2 SVG zu einer bedingten Geldstrafe von 120 Tagessätzen und einer Busse von Fr. 2'000.--. Sie hielt für erwiesen, dass A.________ am 12. Januar 2013, um 20:28 Uhr, am Steuer eines Personenwagens die zulässige Höchstgeschwindigkeit von 80 km/h auf ...

Continue Reading

Altezze degli edifici, metodo di misurazione altezza al colmo standard

Bundesgericht Tribunal fédéral Tribunale federale Tribunal federal {T 0/2} 1C_464/2011 1C_490/2011 Sentenza del 18 aprile 2012 I Corte di diritto pubblico Composizione Giudici federali Fonjallaz, Presidente, Raselli, Eusebio, Cancelliere Gadoni. Partecipanti al procedimento 1. Comune di X.________, rappresentato dal Municipio, 2. A.A.________ e B.A.________, patrocinati dall'avv. Ivano Minotti, ricorrenti, contro C.C.________ e D.C.________, patrocinati dall'avv. Rocco Talleri, opponenti, Consiglio di Stato del Cantone Ticino, residenza governativa, 6500 Bellinzona, Oggetto licenza edilizia, ricorsi in materia di diritto pubblico contro la sentenza emanata il 26 settembre 2011 dal Tribunale amministrativo del Cantone Ticino. Fatti: A. D.C.________ e C.C.________ sono proprietari del fondo part. xxx di X.________, situato in pendio nella zona residenziale estensiva (R2), su cui sorge un'abitazione. Il 4 aprile 2006 hanno presentato al Municipio di X.________ una domanda di costruzione per sopraelevare l'edificio al fine di formare nuovi spazi abitabili nel sottotetto. L'intervento prevedeva di innalzare e sostituire ...

Continue Reading

Deadlines (Fristrechner) standard

L'applicazione, d'utilizzo pratico ed intuitivo, permette di calcolare celermente scadenze procedurali, in base a tre differenti periodi preprogrammabili (ad esempio 10, 15 e 30 giorni). Interessanti, fra le altre, la possibilità di attivare il conteggio delle ferie giudiziarie (ex art. 22a Legge federale sulla procedura amministrativa, RS 172.021), di esportare la data del termine una volta calcolato direttamente nel'agenda e di trasmetterla via email a terzi come appuntamento Si consiglia ad ogni modo di verificare il risultato ottenuto. Utilizzo pratico consigliato: verifiche rapide di scadenze ...

Continue Reading

iWriter standard

Ideale per la redazione di testi che non necessitano alcuna formattazione, l'app è un elaboratore di testo essenziale, con indicazione del numero di parole e tempo di elaborazione. Permette di esportare il testo mediante clipboard (copia-incolla), via email e, oltre ad un filemanager essenziale integrato per la gestione dei documenti offre l'accesso al servizio dropbox. Utilizzo pratico consigliato: redazione di articoli, stesura bozze, ...

Continue Reading

Copie digitali e diritti d’autore standard

La legge che tutela il diritto d'autore è piuttosto complessa. Per dipanarla, il Corriere del Ticino ha intervistato il giurista Rocco Talleri di Lugano. Gli abbiamo chiesto di aiutarci a capire quali diritti spettano all'acquirente di un brano musicale originale. Talleri, il consumatore ha il diritto di masterizzarsi una copia "di backup" di un CD acquistato in negozio? Può travasarne una copia su audio-cassetta per ascoltarselo sulla vecchia autoradio (o sul vecchio Walkman)? Secondo l'attuale legge sul diritto d’autore (LDA) del 1992, chi compra un supporto audio o audiovisivo in commercio acquisisce il diritto di utilizzarlo in ambiente privato (escluse le utilizzazioni commerciali, le cosiddette utilizzazioni secondarie). Questo diritto deriva dall’art. 19 della LDA. È quindi pacifico che, come consumatore, una ...

Continue Reading

Il diritto d’autore standard

Cenni storici La storia del diritto d’autore è strettamente legata agli sviluppi tecnologici che soprattutto negli ultimi decenni si sono susseguiti ad un ritmo impressionante. Già nell’antica Roma nessun diritto patrimoniale era riconosciuto agli autori di opere dell'ingegno, ma solo al librario o all'editore che aveva possesso del manoscritto. Era però riconosciuto però il plagio, il diritto di non pubblicare l'opera e il diritto di inedito. Una volta pubblicata (prima lettura in pubblico, o diffusione tramite manoscritto), i diritti attingevano alla cosa materiale che ne costituiva il supporto. La concezione odierna dei diritti d’autore nasce poco dopo l’invenzione di Johannes Gutenberg che nel 1440 ha introdotto un rivoluzionario metodo per la diffusione delle idee: la stampa. Il primo editore sul territorio ...

Continue Reading

Download musica standard

Download per uso personale di musica da fonti illecite: punibilità penale? Recentemente i media hanno riportato alcune agenzie secondo le quali il download di musica da fonti illecite o di dubbia legalità per uso personale sarebbero punibili penalmente. In realtà la notizia riporta il parere di alcuni gruppi di interesse ma non sembrerebbe collimare con la posizione della dottrina maggioritaria. Infatti, sebbene non vi siano dubbi circa la punibilità della distribuzione di musica, il consumo personale di musica ottenuta presso fonti illecite non risulta punibile penalmente. Il principio giuridico alla base di questa affermazione è contenuto dalla locuzione latina "nullum crimen, nulla poena sine lege scripta", ovvero nessuna pena può essere comminata per un reato non espressamente previsto dal codice penale ...

Continue Reading

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!